Cos’è un impianto di ventilazione meccanica controllata

Gli impianti di ventilazione meccanica controllata, noti come VMC, sono la soluzione di maggior popolarità per stabili e abitazioni nelle quali si desidera migliorare la qualità interna dell’aria. Un’aria salubre fa bene alla salute ma preserva anche la qualità degli arredi e delle strutture dai rischi derivanti da umidità, inquinamento e muffa. 

Ecco perché installare un impianto di ventilazione meccanica controllata si traduce in una serie di benefici che migliorano il confort abitativo e l’efficienza energetica dello stabile. In questo approfondimento vedremo come funziona e, soprattutto, in che modo garantisce tutti i benefici per i quali sempre più persone decidono di installare un impianto VMC. 

A cosa serve la ventilazione meccanica controllata?

La ventilazione meccanica controllata consiste in un sistema che preleva aria fresca dall’esterno, la filtra e la convoglia all’interno. Al tempo stesso l’aria interna viene espulsa verso l’esterno ma solo dopo esser stata privata della sua energia termica. 

Questo scambio permette di respirare aria pulita, fresca e filtrata all’interno delle quattro mura domestiche attraverso un sistema doppiamente vantaggioso perché capace di non sprecare energia e, quindi, di migliorare l’efficienza energetica dell’abitazione. 

L’aria viene privata di batteri, agenti inquinanti e umidità in modo da garantire la salute delle vie respiratorie e quella di pareti e arredi. Al tempo stesso l’impianto trattiene l’energia termica che verrà riutilizzata per la climatizzazione riducendo i costi derivanti dall’uso di termosifoni e impianti di condizionamento. 

Tipologie di VMC

Sul mercato esistono tantissime soluzioni di ventilazione meccanica controllata. Grosso modo possiamo distinguerne tre, che prendono il nome di VMC canalizzata centralizzata, VMC canalizzata individuale e VMC decentralizzata. 

La prima si caratterizza da un’unica unità per diverse abitazioni ed è la soluzione ideale per gli impianti condominiali. Essa può essere provvista di un flusso singolo o doppio per il recupero di calore a seconda della conformazione dello stabile e delle esigenze di controllo e depurazione dell’aria. 

I sistemi di ventilazione meccanica individuale, invece, prevedono l’installazione di una unità per ogni abitazione. Anche in questo caso l’impianto potrà essere dotato di flusso singolo o doppio per il recupero del calore. 

Infine i sistemi di ventilazione decentralizzata sono quelli che dispongono di una unità di ventilazione per ogni ambiente dell’abitazione. Sono sistemi molto recenti che permettono di depurare l’aria in ogni stanza a ridotto consumo energetico e, quindi, al massimo livello di efficienza. 

Vantaggi indiretti da considerare

Grazie al VMC le abitazioni acquisiscono valore sul mercato e diventano più appetibili sul mercato della compravendita immobiliare. Questo permette di aumentare il prezzo al metro-quadro sia per la vendita che per la locazione, motivo per cui si tratta di un investimento molto redditizio. 

Al tempo stesso l’impianto migliora l’efficienza energetica dell’abitazione grazie al quale è possibile ottenere il grado A. Di conseguenza offre anche un guadagno sul lungo periodo dal momento che permette di recuperare fino al 90% dell’energia termica sprigionata in casa all’accensione del riscaldamento. 

Un impianto VMC, quindi, può essere considerato a tutti gli effetti un alleato per la nostra salute ma anche un investimento profittevole di cui beneficiare anche in virtù dei bonus statali elargiti per i lavori di miglioramenti dell’efficienza energetica delle abitazioni. 

Lorenzo Moretti

Lorenzo Moretti

Lorenzo è un agronomo, nato da una famiglia di agricoltori da generazioni. È un paladino dell'agricoltura sostenibile attraverso l'osservazione e il rispetto dei principi della natura. Ama testare e scrivere recensioni di prodotti per il giardinaggio, mettendo in campo tutte le sue competenze.

Nnhotempo.it ⏱️
Logo