Un pò di storia sulla torta al cioccolato

Le materie prime utilizzate per la preparazione della torta al cioccolato non hanno origini europee ma provengono dall’America e, per essere più precisi, dalle popolazioni azteche e maya. La fava del cacao, inoltre, era la moneta utilizzata negli scambi commerciali dai popoli indigeni. 

Successivamente durante la colonizzazione spagnola, questa gustosissima fava venne importata in Europa; dando inizio alla storia del gusto nel continente occidentale. 

Inizialmente la fava del cacao veniva frantumata, messa a sciogliere in acqua calda e veniva gustata solo una volta freddata. Successivamente con l’espansione del vecchio continente si iniziò a consumare la classica cioccolata calda.

Come nasce la torta al cioccolato?

Approdato nel continente Europeo, il cacao, ha subito moltissime trasformazioni ed è stato impiegato in molteplici ricette dolci e gustose, dalla classica barretta ai biscotti con gocce di cioccolato, nati un po’ per caso.

Quando si pensa alla ricetta per una deliziosa e morbida torta al cioccolato viene subito in mente la tanto amata Sacher Torte, un capolavoro della pasticceria austriaca che vanta anche una storia centenaria.

Questa torta prende il nome dal suo ideatore che, per caso, nel 1832 inventò l’indiscussa regina delle torte al cioccolato quando gli venne richiesto di preparare un dolce per il cancelliere e principe Klemens von Metternich – Winneburg.

La ricetta della Sacher Torte ideata da Franz Sacher, pasticcere di corte e figlio di una famiglia di albergatori, viene custodita all’interno del famoso Hotel Sacher di Vienna e ancora oggi, dopo 200 anni, rientra nella classifica delle torte al cioccolato più famose di sempre.

Il dolce capolavoro nato da una svista

Quasi tutti i dolci sono nati da una svista o da una dimenticanza e per la Torta Caprese la storia non è diversa, la quale nasce dall’errore di un pasticcere smemorato.

Questo classico della pasticceria campana, è nato sull’isola di Capri da una distrazione del pasticcere Carmine di Fiore, incaricato della preparazione di una torta al cioccolato e mandorle per dei malavitosi giunti a Capri per conto di Al Capone, sbagliò le dosi della farina.

Ancora oggi non si sa se sia stata l’ansia o una semplice distrazione a far sbagliare il quantitativo di farina nell’impasto. Sta di fatto che il pasticcere si accorse dell’errore solo quando sfornò la torta ma assaggiandola si accorse che il suo errore lo portò alla creazione casuale di un capolavoro.

La Tenerina: torta al cioccolato degna di una regina

La torta al cioccolato è nata all’interno dei palazzi reali, questi dolci infatti, nacquero per soddisfare i palati più esigenti di regine e principesse. 

Come è avvenuto per Torta Sacher anche la Tenerina è una ricetta per palati reali. Ancora oggi rappresenta un semplice ma favoloso dolce tipico del ferrarese, la torta al cioccolato, infatti, venne creata in onore della regina Elena, moglie di Vittorio Emanuele III.

Il dolce è conosciuto anche come torta montenegrina e deve il suo nome al carattere della regina, famosa per la sua dolcezza e per la sua grande bontà d’animo, una signora dal cuore tenero proprio come la torta che le è stata dedicata.

Anna Giuliani

Anna è mamma di 2 figli, casalinga e lavoratrice part time con la passione per la cucina. Tra un libro e l’altro ha affinato le sue tecniche grazie al marito che un giorno vorrebbe aiutarla ad aprire un ristorante. Anna conosce bene l'importanza del tempo in cucina e vuole trasmettere tutta la sua competenza recensendo i migliori prodotti sul mercato.

Nnhotempo.it ⏱️
Logo