Come pulire lo spazzolino elettrico

Tracce di calcare, residui di cibo e dentifricio possono accumularsi nel tempo sul manico dello spazzolino elettrico.

sterilizzatore per testine

La sterilizzatore a raggi UV è il metodo più efficace in fatto di sicurezza e igiene per la pulizia delle testine.

Vi consigliamo di pulire il vostro spazzolino almeno 2 volte a settimana; se viene fatto con buona frequenza basta un pò d’acqua del rubinetto. Un batuffolo di cotone con poco detergente o uno stuzzicadenti, sono invece la soluzione ideale per eliminare lo sporco più ostinato e tenace.

Lo spazzolino andrebbe sempre riposto in posizione verticale, asciugando bene il manico con una salvietta e lasciando che la testina e le sue setole si asciughino all’aria.

I contenitori utilizzati per riporre gli spazzolini da denti vanno puliti regolarmente.

Sei errori da non fare

Quando utilizziamo uno spazzolino elettrico spesso incorriamo in errori piuttosto comuni. Impariamo a riconoscerli e a evitarli:

  • Conservare le testine in contenitori chiusi.
    Se una testina è coperta, l’ambiente umido in cui si trova può favorire la crescita di batteri e microrganismi nocivi. È da evitare quindi il cappuccio per spazzolino elettrico in plastica protettiva.
  • Conservare le testine in un unico contenitore.
    Capita spesso che in famiglia si conservino le testine degli spazzolini in unico contenitore per comodità e salvaspazio; le setole delle testine non si dovrebbero mai toccare l’una con l’altra, così facendo si riducono le possibilità di contaminazione incrociata. Se un membro della famiglia ha un’infezione o una malattia particolarmente contagiosa, è consigliabile assicurarsi che la sua testina sia posizionata lontano dalle altre.
  • Conservare lo spazzolino vicino ai servizi igienici.
    Una ricerca della Quinnipiac University ha messo in luce gli effetti negativi dello sciacquone; lo spostamento d’acqua e aria, può trasportare infatti i residui fecali fino a 180 centimetri di distanza dalla tazza del water, contaminando le testine degli spazzolini con batteri nocivi per la nostra salute.
  • Lavare la testina in lavastoviglie o sterilizzarla in microonde.
    Mettere la testina dello spazzolino elettrico in lavastoviglie o in un microonde, per lavarlo e sterilizzarlo non è una buona pratica. Sebbene il calore uccide germi e batteri, questa non è una tecnica consigliata dai produttori di spazzolini perché si possono rovinare facilmente le setole delle testine.
  • Immergere la testina nel collutorio.
    Da evitare l’immersione della testina nel collutorio o in una soluzione disinfettante. Secondo l’ADA non vi sono prove cliniche che l’immersione di una testina in un collutorio antibatterico o l’uso di un disinfettante per spazzolino abbia effetti positivi; inoltre ci sarebbe il pericolo di contaminazioni incrociate quando la stessa soluzione disinfettante viene usata per più spazzolini e testine.
  • Mettere le testine nel freezer.
    Tenere le testine in freezer viene indicato spesso come metodo alternativo per la sterilizzazione del vostro spazzolino da denti. In realtà questo metodo non ucciderà i batteri, ma ne rallenterà soltanto la crescita, inoltre i vari microbi dormienti presenti nel congelatore potrebbero trasferirsi alla vostra testina.

Come disinfettare in modo naturale lo spazzolino elettrico

Un metodo naturale per disinfettare le testine del vostro spazzolino elettrico è quello di lasciarle per un’intera notte in ammollo, dentro una ciotola d’acqua con bicarbonato di sodio e aceto. Anche in questo caso, va ricordato che non ci sono prove cliniche che confermino la reale efficacia di questo metodo.

risciacquare lo spazzolino elettrico sotto il rubinetto

L’acqua corrente del rubinetto, anche se calda, non è la migliore soluzione per disinfettare le testine.

L’alta temperatura, come quella dell’acqua, è notoriamente utile per disinfettare e uccidere alcuni ceppi di batteri, ma non è una tecnica scientificamente provata e può avere più o meno un effetto benefico. 

Scopri di più: la guida ai migliori spazzolini elettrici del 2022

Nnhotempo.it ⏱️
Logo