Come scegliere una cyclette nel 2022?

Come scegliere una cyclette?

Le cyclette sono disponibili sul mercato da decenni e rappresentano ormai un’alternativa credibile alla palestra, oltre che un modo per liberarsi senza problemi di quei fastidiosi chili di troppo.

Le abbiamo viste pubblicizzate in TV, su Internet e sui giornali. Le marche e le tipologie sono così tante, che scegliere quella giusta non è assolutamente semplice, come si possa credere. Il fatto che ci siano così tanti modelli può facilmente disorientarci.

Quando abbiamo iniziato la nostra ricerca e lo studio delle cyclette, non avremmo mai pensato che ci fossero così tante cose da raccontare ed analizzare. Elementi come il tipo di resistenza o il telaio supportato, sono argomenti che non toccano neanche la maggior parte dei rivenditori autorizzati quando hanno a che fare con i possibili acquirenti.

La maggior parte delle gente, infatti, è piuttosto ignorante in questa materia e molto spesso, crede che se vuole perdere calorie, qualsiasi cyclette possa fare al caso suo.

Di solito, le cyclette economiche, hanno caratteristiche di base come la resistenza configurabile e un paio di opzioni di programmazione.

Quelle di fascia media sono costruite meglio, fanno meno rumore e appaiono più solide. Mentre quelle di fascia alta, hanno caratteristiche più avanzate, come un computer di bordo più accurato e dettagliato, un certo numero di programmi di allenamento preimpostati, profili utente da memorizzare, garanzia più lunga e diversi livelli di resistenza.

Prima di acquistare una cyclette, dovete capire quali sono i vostri reali obiettivi di allenamento. Pensate a quante volte la userete e a quanto intensamente volete spingervi nella pratica.

Molte volte le persone sopravvalutano le proprie capacità e pensano di riuscire a stare al passo con il piano di allenamento che hanno in mente. Queste convinzioni errate, ad esempio, portano certe persone a comprare le bici da spinning più costose, per poi per rendersi conto, solo dopo, che non stanno sfruttando al massimo il loro potenziale.

Una volta che sarete in grado di fare delle stime realistiche sull’utilizzo della macchina, vi sarà più facile scegliere quella che corrisponde ai vostri obiettivi di allenamento.

Non importa quanti soldi siete disposti a spendere per una cyclette o a quale modello siete interessati, ogni attrezzo da ginnastica deve avere almeno un paio di caratteristiche di base.

Dovrete cercare una cyclette con vari livelli di resistenza e la sella dovrebbe essere abbastanza comoda, poiché ci dovrete passare un bel pò di tempo sopra.

Il comfort deve essere una priorità, indipendentemente dal budget. I pedali per cyclette, non solo devono essere larghi e comodi, ma devono avere anche una cinghia per stringere i piedi, affinché non scivolino mentre si pedala.

Il computer integrato deve anche mostrare le statistiche di base, come la velocità, il tempo, il numero di calorie bruciate e preferibilmente anche la frequenza cardiaca.

Struttura

struttura delle cyclette

La struttura e il design delle cyclette hanno subito un importante evoluzione negli ultimi decenni.

Le cyclette da camera, nelle nostre case, sono spesso un vero e proprio oggetto di design, che deve soddisfare le preferenze e i gusti di tutti, ecco perché ad oggi vengono prodotte cyclette disponibili in vari colori e forme.

Le cyclette oggi hanno sedili più piccoli rispetto al passato, inoltre, sono diventate piuttosto eleganti e sofisticate, con l’aggiunta di funzionalità sempre nuove e migliori. I rinnovati manubri ergonomici portano gli utilizzatori ad assumere le stesse posizioni dei ciclisti che guidano le bici da strada.

Oggi molte aziende producono un tipo di cyclette pieghevole (come la nota Ultrasport F-Bike), dal peso estremamente leggero e di piccole dimensioni, facile da riporre quando non viene utilizzata. Poiché la cyclette richiudibile è fatta per la comodità e per occupare poco spazio, è molto amata perché si adatta perfettamente alla camera da letto o alla stanza degli ospiti, permettendo ai possessori di allenarsi, indipendentemente dalla stanza in cui si andrà a collocare.

Per facilitare gli spostamenti, alcuni modelli sono dotati di rotelle, le quali permettono di far scorrere agevolmente la cyclette da una stanza all’altra.

I telai possono essere realizzati in acciaio, ma la tendenza nel costruire modelli sempre più leggeri, ha portato le aziende a produrre cyclette compatte, con materiali plastici e leghe di metallo di peso ridotto, come l’alluminio.

Quando si acquista una cyclette bisogna considerare il proprio peso e scegliere un modello che abbia una portata massima superiore. Ciò permette all’acquirente e futuro utilizzatore di scegliere un modello sicuro, capace di offrire stabilità durante l’allenamento.

Il peso massimo sopportato è un valore che si riflette nella robustezza della cyclette e nel suo peso complessivo. Solitamente cyclette che hanno un peso minore di 15-18 kg sono modelli economici e adatti a soggetti più leggeri, mentre le macchine che superano o si avvicinano ai 30 kg, possono essere utilizzate anche dagli adulti più pesanti.

Alimentazione

La maggior parte delle cyclette sono autoalimentate con generatore interno, cioè non hanno bisogno di essere collegate alla rete elettrica per funzionare.

Generalmente i display delle cyclette autoalimentate necessitano di batterie usa e getta.

I modelli più avanzati, invece, come gli ergometri, le cyclette elettromagnetiche e le smart bike, richiedono un collegamento alla presa elettrica per alimentare il complesso sistema di pedalata e sfruttare a pieno tutte le funzionalità della console.

Volano

Uno dei componenti più importanti della cyclette da camera è il volano. Quest’ultimo non è altro che un dispositivo meccanico che viene utilizzato per immagazzinare l’energia di rotazione e stabilizzare la velocità rotatoria.

In parole povere, è un disco di metallo appesantito, che di solito si trova nella parte anteriore della cyclette, al posto della ruota.

volano della cyclette

Il volano è ampiamente visibile nei modelli di spinning bike, mentre è occultato nelle tradizionali cyclette, poiché è ricoperto dal telaio.

Il volano è collegato ai pedali tramite una catena o una cinghia, proprio come una vera bicicletta da strada. In pratica, quando si pedala, lo spunto viene immagazzinato dal volano e rilasciato fino a quando non si esaurisce.

Il peso del volano determina il comfort e la fluidità della pedalata: più è alto, e più scorrevole e confortevole sarà la pedalata.

Quando il volano è troppo leggero, si possono avvertire degli scossoni durante la pedalata e una sgradevole sensazione di instabilità.

Il peso del volano scelto dipenderà dal vostro budget e dai propri obiettivi, sia che puntiate a scalare il Monte Bianco o semplicemente mantenervi in forma facendo qualche km intorno a casa.

Noi consigliamo di scegliere una cyclette con un volano di almeno 7 kg per una pedalata stabile e confortevole. Se invece si prevede di fare esercizio fisico più intenso, dalle 2 alle 3 volte a settimana, si dovrebbe prendere in considerazione una cyclette da camera con un volano superiore ai 9 kg.

La resistenza

Per modulare la difficoltà della pedalata con la cyclette, sono stati sviluppati negli anni diversi sistemi di frenata del volano, vediamoli insieme:

Cyclette meccanica

Le biciclette da camera che implementano la frenatura a contatto diretto di tipo meccanico, utilizzano il principio dell’attrito per fornire resistenza. Il freno viene applicato direttamente al volano per ridurre la velocità di rotazione fornita dalla pedalata. Questo tipo di cyclette è molto preciso e permette di scegliere diversi livelli di resistenza, allo stesso modo di come si sceglierebbero le marce di una bicicletta da corsa.

Ad oggi le cyclette meccaniche hanno comunemente 2 tipologie di resistenza meccanica:

  • A tampone:
    in questo caso l’attrito viene fornito generalmente da un tampone in feltro, il quale preme direttamente contro la superficie del volano, rallentandone la rotazione.
  • Trasmissione a cinghia:
    questo meccanismo era più comune nelle vecchie cyclette. In questi modelli la resistenza viene regolata da una cinghia di trasmissione, generalmente in gomma, che viene tesa attorno al volano e regolata attraverso una manopola. La cinghia rende la pedalata molto fluida e silenziosa, inoltre, non richiede lubrificazione ma col tempo potrebbe essere necessario sostituirla. Seppur la trasmissione a cinghia sia molto scorrevole, essa non regala la stessa sensazione di andare in bicicletta all’aperto. 
Le cyclette meccaniche non offrono livelli di resistenza predefiniti. L’utente deve stimare il livello di resistenza preferito girando manualmente la manopola e orientandosi con le tacche che sono impresse sopra. Un vantaggio è che dopo aver girato la manopola e impostato un livello di resistenza, quest’ultimo rimane costante per tutto l’allenamento. Pedalare quindi con un alto numero di giri non aumenterà o diminuirà la resistenza in alcun modo.

Tra i tanti difetti che porta in dote la cyclette con resistenza meccanica, c’è da sottolineare il rumore e l’usura. Il consumo generato dall’attrito, a lungo andare, può peggiorare la fluidità della pedalata e determinare una certa difficoltà nel variare il livello di resistenza della cyclette.

Le cyclette meccaniche necessitano di una regolare manutenzione. Attività come la sostituzione della cinghia o del tampone, la lubrificazione delle parti in movimento e la pulizia della sporcizia che si deposita sul volano, sono tutte operazioni necessarie, a causa dell’usura delle parti mobili a contatto. Quando si acquista una cyclette con resistenza meccanica, bisogna pertanto tenere in considerazione l’elevato costo della manutenzione.

Se volete acquistare una cyclette con resistenza meccanica, vi consigliamo di dare un occhiata a questo popolare modello dell’Ultrasport:

Ultimo aggiornamento il 11/07/2020 15:51

Cyclette magnetica

Queste cyclette sfruttano il campo magnetico generato da delle calamite attaccate ad un supporto mobile.

Le cyclette magnetiche hanno una resistenza fluida e sensibile, che può essere regolata agendo su una manopola. Quando il supporto magnetico si avvicina al volano, la resistenza aumenta, quando invece si allontana, succede l’opposto.

Le cyclette magnetiche sono estremamente silenziose, inoltre, hanno il vantaggio di avere una bassa usura, in quanto non c’è un attrito diretto, pertanto i livelli di resistenza avranno sempre la stessa gradazione e scorrevolezza. Ciò significa che non è necessario né pulire né lubrificare regolarmente la cyclette. L’unica manutenzione richiesta potrebbe essere quella di stringere qualche vite a distanza di qualche anno dall’acquisto.

La resistenza magnetica cambia con la velocità di pedalata. Maggiore è la velocità della bicicletta, maggiore è la resistenza. Ciò è dovuto alla maggiore interferenza con il campo magnetico da parte del volano che ruota velocemente.

Una delle note negative che riguardano le cyclette a resistenza magnetica è il prezzo, mediamente più elevato rispetto alle controparti con resistenza meccanica.

Di seguito, vi mostriamo alcune delle migliori cyclette magnetiche del 2022, che potete acquistare su Amazon:

Ultrasport F-Bike - cyclette magnetica
114,99
-3% SONGMICS - cyclette magnetica
144,99 149,99
Cadence SMARTFIT 200 - cyclette magnetica
149,99
ATIVAFIT X-Bike - cyclette magnetica
154,99
L'ultimo aggiornamento è stato fatto il: 11/07/2020 14:41

Cyclette elettromagnetica

La cyclette con resistenza elettromagnetica lavora allo stesso modo della cyclette magnetica. L’unica differenza sta nel sistema di controllo.

Il più grande vantaggio della cyclette elettromagnetica è quindi quello di riuscire ad aumentare la resistenza rapidamente premendo un pulsante sul display, il quale mostra sempre in tempo reale il livello selezionato.

Le biciclette con resistenza elettromagnetica sono anche le uniche in grado di offrire un’ampia varietà di programmi d’allenamento.

Spesso gli utenti si domandano che differenza c’è tra una cyclette magnetica e una cyclette elettromagnetica.

La distinzione principale sta che nella cyclette magnetica la resistenza va regolata sempre manualmente, mentre nella cyclette elettromagnetica il livello può essere modificato mentre si pedala (ad intervalli di tempo specifici), attraverso dei programmi preimpostati che possono simulare il ciclismo all’aperto. Tutto ciò non è possibile farlo invece con gli altri tipi di cyclette, come la magnetica e la meccanica.

Le cyclette elettromagnetiche sono comunemente presenti nelle grandi palestre; più raro invece trovarle nelle case per un uso privato, dato anche il prezzo d’acquisto piuttosto elevato. Tuttavia, sul sito del nostro partner Amazon, potete trovare delle ottime offerte, come vi riportiamo di seguito:

Diadora Lotus - cyclette elettromagnetica
199,00
Toorx ChronoLine BRX 100 - cyclette elettromagnetica
549,00
JK Diamond JK266 - cyclette elettromagnetica
699,00
L'ultimo aggiornamento è stato fatto il: 11/07/2020 15:10

La sella

La comodità di qualsiasi cyclette dipende dal tipo di sella. Questo perché la posizione e le dimensioni della sella della cyclette determineranno la posizione in cui rimarrete mentre pedalate.

sella cyclette

Quando scegliete una cyclette accertatevi sempre della qualità della sella, specialmente se avete intenzione di utilizzarla regolarmente e per diverse ore alla settimana.

Esistono selle di varie dimensioni e materiali. Gli adulti che hanno problemi di peso dovrebbero privilegiare inizialmente modelli confortevoli, dall’ampia superficie e con forma ergonomica.

Mentre qualsiasi cyclette permette di regolare la sella in altezza, poche sono quelle che consentono di correggere la posizione orizzontale, facendo scorrere il sedile in avanti o indietro rispetto al manubrio.

Se avete acquistato una cyclette con una sella scomoda, potete sempre aggiungere in seguito un coprisella con gel o imbottitura.

I pedali

Una cyclette di buon livello dovrebbe disporre di pedali con una base piuttosto ampia. Quest’ultima è solitamente antiscivolo, per impedire al piede di strisciare in avanti durante la sessione di allenamento.

Molto importante è anche la presenza di una fascia (o cinghia) che serve a bloccare il piede sul pedale. La fascia dovrebbe essere sempre regolabile, quindi fate attenzione che siano presenti almeno 3 misure per adattarla al piede e garantire così un’ottima stabilità, anche quando si pedala ad una velocità piuttosto elevata.

Ci sono 2 tipi principali di pedali che possono essere utilizzati su una cyclette. Ognuno di essi è fatto su misura per un diverso livello di abilità:

  • Flat:
    i pedali flat sono la tipologia più comune montata sulle cyclette, principalmente per la loro praticità e facilità d’uso. Quando si utilizzano i pedali piatti, è possibile indossare normali scarpe da ginnastica. Questa tipologia è una delle più amate perché offrono maggiore libertà di pedalata.
  • Clipless:
    il vantaggio principale dei pedali clipless è legato alle prestazioni. Questi particolari pedali a cui si aggancia la scarpa, sono superiori ai pedali flat poiché viene sfruttata l’intera escursione del pedale. Ciò significa, inoltre, che non sprecherete potenza durante la pedalata, cosa che garantisce anche un aumento della velocità. Per poter utilizzare questi pedali bisogna indossare una scarpa da ciclismo con attacco. Essa è progettata per mantenere i piedi correttamente appoggiati e in una buona posizione quando si pedala oltre la velocità massima. Il pedale con aggancio viene spesso associato alle cyclette da spinning, ma può essere montato anche su una normale cyclette.

Il manubrio

I manubri sono normalmente regolabili in altezza, salvo rare eccezioni, inoltre, alcuni modelli, possono essere aggiustati orizzontalmente, avvicinandoli o allontanandoli dalla sella.

manubrio cyclette

Un buon manubrio dovrebbe presentare una forma allungata, simile a quelle delle bici da corsa.

La tipologia più diffusa è quella denominata a corna di bue, che permette di impugnare il manubrio con le mani parallele alla cyclette, oltre che perpendicolarmente.

La superficie deve essere morbida e antiscivolo, così da poterlo impugnare comodamente anche durante le sessioni di allenamento più faticose, evitando che le mani scivolino a causa del sudore.

Alcune cyclette possono avere un doppio manubrio incorporato, che permette di tenere una posizione più stretta o più larga. Addirittura certi modelli includono dei braccioli imbottiti, che consentono all’utilizzatore di appoggiare i gomiti e tenere una posizione confortevole durante lo sforzo.

I modelli migliori sono dotati di sensori sui manubri per misurare il battito cardiaco. Anche se questa soluzione può sembrare la più semplice, per misurare la frequenza cardiaca rispetto al classico cardiofrequenzimetro, è indispensabile avere entrambe le mani sempre a contatto con i sensori, per avere la possibilità di una lettura affidabile. Ciò significa che non si può tenere in mano un libro o il cellulare mentre ci si sta allenando.

Inoltre, è risaputo come questo metodo di misurazione delle pulsazioni sia alquanto inaffidabile, dato che molte persone non riescono ad ottenere una buona lettura, indipendentemente da come impugnano il manubrio con i sensori. Questo è un problema comune, che è indipendente dal modello di cyclette selezionato e che si risolve solo passando all’utilizzo di un buon cardiofrequenzimetro a fascia toracica o da polso.

Programmi d’allenamento

Allenarsi sulla cyclette, al contrario del tapis roulant, può essere demotivante, poiché è facile prendere una sessione di training con troppa leggerezza, senza spingersi oltre durante lo sforzo.

Una soluzione è quella di acquistare una cyclette con dei buoni programmi di allenamento preimpostati, che vi metteranno alla prova e vi faranno lavorare cuore e polmoni.

Gli allenamenti a tempo e a distanza preimpostati cambiano automaticamente l’impostazione della resistenza sulla cyclette per simulare terreni pianeggianti o collinari.

Ci sono anche delle routine d’allenamento con la bicicletta da camera che sono note come programmi di controllo della frequenza cardiaca, i quali monitorano l’esercizio regolando automaticamente la resistenza, in modo più facile o più difficile, così da mantenere l’atleta in una specifica zona target di frequenza cardiaca, che sarà dal 60 all’85% più alta delle pulsazioni a riposo.

Altre routine d’allenamento con la cyclette sono i programmi Fat-Burning, che avvisano l’utente quando aumentare il ritmo, e poi ci sono gli eccitanti programmi Random, che cambiano costantemente la sessione con diverse combinazioni.

Potete anche trovare cyclette che hanno programmi High Intensity Interval per l’allenamento ad alta intensità, per la velocità, la forza e la resistenza.

La cosa bella dei programmi preimpostati è che non ci si deve preoccupare di cambiare la resistenza mentre si pedala. Basta scegliere il programma, impostare il livello di resistenza iniziale e poi semplicemente pedalare fino al completamento del programma.

Il display e console

display cyclette

Non c’è dubbio che il display possa essere molto utile quando si utilizza una cyclette, perché vi dirà la distanza percorsa, il tempo trascorso in allenamento e la velocità con cui si viaggia.

Se avete mai usato una cyclette da camera, avrete probabilmente notato che tutte tendono ad avere un display con console.

Le cyclette di fascia alta mostrano tutti i parametri fondamentali, come il tempo, la velocità, la distanza percorsa, le calorie bruciate e la frequenza cardiaca. In molti casi, questi display sono di tipo touch screen, diversamente sono integrati con una console a pulsanti, che permette di scegliere un programma d’allenamento o cambiare le impostazioni.

Le bici economiche entry-level, invece, hanno più probabilità di avere un display LCD molto semplice, che indica limitatamente il tempo, la velocità, la distanza e le calorie, mentre è assai improbabile che abbiano programmi di allenamento o funzioni extra.

Ancora meglio sono le cyclette dotate di un grande schermo LCD sulla console, che riproducono la più recente tecnologia di programmazione interattiva. Potrete, ad esempio, pedalare virtualmente lungo strade di campagna, città, paesaggi desertici e salite di montagna, oppure godervi le emozioni delle simulazioni di giochi virtuali, in cui la vostra cyclette è la protagonista.

Alcune console permettono anche di guardare film o ascoltare musica, tramite chiavetta usb.

Funzionalità smart

L’ultima generazione di cyclette è un vero e proprio salto di qualità rispetto al passato, grazie all’adozione delle nuove tecnologie smart.

Allenarsi a casa è oggi più divertente e realistico che mai, grazie alla crescente popolarità dei rulli smart e interattivi (chiamati anche trainers) e delle app per l’allenamento.

smart bike

Le smart bike indoor rappresentano la novità e il futuro nel panorama mondiale delle cyclette.

Dopo le restrizioni da coronavirus, molti ciclisti amatoriali e non, sono stati costretti a lasciare il ciclismo su strada per quello indoor. Certamente questa imposizione non ha portato dei benefici negli allenamenti di molti corridori, anche perché l’esperienza su una cyclette non può essere paragonata a quella di una bici da strada.

Tutto ciò però è cambiato recentemente, grazie all’ultima generazione di smart bike indoor che è stata proprio pensata per i ciclisti e che permette di misurare accuratamente le performance, personalizzare qualsiasi parametro e posizione, variare la resistenza automaticamente e godere di una sensazione realistica di guida su strada.

Mentre una cyclette di solito ha una limitata adattabilità manuale alla resistenza, le smart bike indoor utilizzano una tecnologia simile a quella dei rulli smart, mirando ad offrire una sensazione realistica quando si pedala.

Queste smart cyclette misurano la potenza e regolano automaticamente la resistenza, ad esempio adattandosi alla pendenza di una strada virtuale, sia in salita che in discesa, come nel famosissimo software di ciclismo virtuale Zwift.

I principali brand di smart bike offrono programmi d’allenamento proprietari (sviluppati internamente) e connettività Bluetooth e/o protocollo ANT+® FE-C ad app di terze parti, come The Sufferfest, RGT Cycling e TrainerRoad.

Le app per l’allenamento offrono un’esperienza molto più avvincente e coinvolgente, spesso con video o simulazioni virtuali della strada che si sta percorrendo, come sentire, ad esempio, le vibrazioni del cyclette quando si pedala su una strada sterrata o sui ciottoli del centro storico.

Questi software permettono anche di sfidare amici e altre persone da tutto il mondo o di intraprendere un piano di allenamento personalizzato.

Queste cyclette vengono progettate per gestire potenze superiori, che anche un ciclista professionista può esprimere, inoltre, tutte le metriche vengono visualizzate sullo schermo integrato o sul proprio smartphone o tablet. I migliori modelli permettono di analizzare la pedalata per ottenere un bilanciamento, andando a misurare la distribuzione della forza tra la gamba destra e la gamba sinistra.

Le migliori smart cyclette offrono anche molte possibilità di regolazione, tra cui l’altezza della sella, la posizione del manubrio e persino la lunghezza della pedivella, consentendovi di replicare alla perfezione il setting della vostra bicicletta preferita. Questa possibilità di regolazione permetterà anche a più membri della stessa famiglia di utilizzare la stessa cyclette.

Alcuni modelli di smart bike includono delle leve del cambio virtuali sul manubrio, regalando perfino la sensazione della catena che scorre da un rapporto all’altro, proprio come una vera bicicletta da corsa.

Purtroppo questa tecnologia è ancora molto costosa: i prezzi partono dai 1.500 euro, a seconda delle funzionalità incluse.

Accessori

Quando le cyclette si equivalgono per caratteristiche, spesso sono gli accessori che incidono sulla scelta finale dell’utente.

Il re degli accessori per cyclette è senz’altro il cardiofrequenzimetro con fascia toracica. Questo accessorio viene spesso incluso nelle cyclette di fascia medio/alta. Se non è compreso, è possibile acquistarlo separatamente ed abbinarlo alla console della cyclette. Per fare questo, è necessario però che la cyclette sia dotata almeno di una connessione bluetooth. Un’alternativa, qualora non fosse possibile l’abbinamento, è quella di collegare il cardiofrequenzimetro ad un applicazione per smartphone o tablet e utilizzare un supporto dedicato (a volte compreso, ma comunque acquistabile a parte) che permetta all’atleta di consultare i dati durante l’allenamento.

Non solo cardiofrequenzimetri con fascia. Gli utenti possono infatti indirizzarsi verso modelli più pratici, come il dispositivo cardio ad orologio (o braccialetto) e quello auricolare. Rispetto al tradizionale con fascia toracica, quest’ultimi sono più comodi, ma anche meno precisi. 

Tra gli accessori più comuni, già inclusi sulle cyclette, segnaliamo il portaborracce, il quale potrebbe sembrare scontato e poco importante, ma che in realtà permette di non interrompere l’allenamento quando si ha necessità di bere.

Altri accessori interessanti integrati nel telaio della cyclette sono il portatelecomando, il portariviste e il supporto per lo smartphone o il tablet.

Alcuni modelli di cyclette hanno delle ventole integrate che possono venire controllate automaticamente da un software, in base alla potenza generata dall’utente e alla sua frequenza cardiaca.

Un accessorio che vi consigliamo di acquistare è il tappetino da fitness, superficie ideale dove appoggiare la cyclette, senza rischiare di danneggiare il pavimento. Questi tappetini antiscivolo, realizzati con materiali sintetici, funzionano assorbendo l’energia e l’impatto dell’allenamento con la cyclette. L’utente sarà in grado di attutire le vibrazioni e il rumore, fattore molto importante, ad esempio, per tutti coloro che vivono in un condominio e non vogliono disturbare i vicini.

Vi suggeriamo di procurarvi dei tappetini antiscivolo in PVC o in gomma, impermeabili e durevoli, come questi da noi selezionati:

Tappeto per fitness - spessore: 4 mm - 60x125 cm
16,49
Tappeto da fitness a puzzle – set di 18 pezzi
34,99
HD Fitness - Tappeto per fitness - 200 x 100 cm
49,99
Toorx Tappetino Insonorizzante - 180x90 cm
65,90
L'ultimo aggiornamento è stato fatto il: 15/07/2020 14:34

Scopri di più: la guida alle migliori cyclette del 2022

Giulia Fontana

Giulia Fontana

Giulia è la classica ragazza della porta accanto, fidanzata con Marco da 7 anni, amante degli animali: ha 3 gatti, un cane e 2 conigli. In passato ha lavorato come promoter nei centri commerciali per prodotti di lusso e cosmetici. Ama scrivere recensioni su qualsiasi prodotto che riesce a testare ed è sempre informata su ogni offerta e promozione.

Nnhotempo.it ⏱️
Logo