Macchina del caffè professionale o semiprofessionale?

scopriamo le differenze tra la macchina caffè professionale e la macchina caffè semiprofessionale

Chi è alla ricerca della macchina caffè espresso migliore da utilizzare in un esercizio commerciale, deve essere consapevole che una normale macchina da caffè domestica non può soddisfare tali esigenze. Chi invece desidera una macchina da caffè espresso per uso personale, in genere deve attenersi ad una macchina semiprofessionale.

Un eccezione potrebbe invece riguardare coloro che vivono in una casa molto grande e che a fronte di una capacità economica importante, vogliono divertirsi imparando la professione del barista con una macchina espresso professionale. Un’altra alternativa per quelle persone che rispondono a questo identikit è dato dalle macchine caffè prosumer.

Ma quali sono le differenze tra una macchina caffè semi professionale e una professionale?

Le macchine per caffè espresso commerciali sono molto grandi e costose; vanno collegate direttamente alla rete idrica (in modo che il serbatoio della macchina si riempi automaticamente) e richiedono uno scarico a pavimento nelle vicinanze. Per funzionare hanno bisogno di un circuito a 220 Volt. Le macchine per caffè professionali devono avere delle certificazioni che garantiscono affidabilità e resistenza, soprattutto nel caso di carichi di lavoro elevati e stressanti, come succede nei bar e nei ristoranti. L’obiettivo è quello di assicurarsi una macchina che possa produrre centinaia di bevande a base di caffè espresso ogni giorno, durando molti anni e senza rischi per la sicurezza e la salute.

Le macchine da caffè per la casa e l’ufficio non sono costruite secondo gli stessi standard. Una macchina da caffè espresso per uso domestico non ha bisogno di questo livello di qualità e robustezza, ecco perché non sorprende che il suo prezzo sia molto più basso. Le macchine semi professionali sono in grado di produrre decine di caffè al giorno. Questo ovviamente è sufficiente per l’utilizzo a casa o in ufficio, dove non si devono servire centinaia di persone in poche ore. In tali circostanze non si ha fretta di preparare il caffè. Al contrario, il rituale dell’espresso, tra un momento di pausa e la fine di un pasto, è un momento sacro, che merita il massimo piacere e relax.

Se avete un piccolo ristorante, hotel o bar, e il vostro volume è di poche decine di caffè al giorno, potete cavarvela con un qualsiasi elettrodomestico per fare l’espresso a casa (come uno tra quelli che abbiamo recensito in questa pagina).

Le macchine da caffè professionali possono essere disposte con gruppi di erogazione multipli. Ogni gruppo è un produttore di caffè indipendente, con un proprio portafiltro. Se una macchina per caffè espresso commerciale ha 2 o più gruppi, allora si possono fare più caffè contemporaneamente. Alcune macchine hanno 2 o più lance per il vapore, per preparare contemporaneamente il latte per il cappuccino.

La maggior parte delle macchine semi-professionali hanno telai in plastica di vari colori e forme, così da dare all’apparecchio un aspetto estetico piacevole e inserirlo nell’arredamento di una casa. Le macchine per caffè espresso commerciali, invece, hanno un corpo in acciaio molto pesante e voluminoso (quest’ultimo, oltre ad essere resistente, è anche più facile da pulire) che gli permette di resistere ai ritmi infernali dei bar italiani.


Scopri di più: la guida alle migliori macchine del caffè del 2022

Marcello Brunaldi

Marcello Brunaldi

Marcello è un Web Content Editor, autore del portale Nnhotempo.it. Si occupa di recensioni online, guide all’acquisto e test di prodotti. In passato ha svolto il ruolo di formatore e consulente in comunicazione e marketing digitale.

Nnhotempo.it ⏱️
Logo