Gli Aspirabriciole migliori del 2019

Confronta i migliori Aspirabriciole sul mercato che ti aiuteranno a risparmiare tempo durante le tue pulizie di casa. I nostri consigli e le opinioni li troverai in questa pagina all’interno della sezione Guida all’acquisto, ogni modello di Aspirabriciole selezionato dalla nostra Redazione ha un approfondimento e una Recensione Verificata con i link alle migliori offerte del nostro partner Amazon.

ProdottoSchemaPunteggioPrezzo
qualità prezzo
Vorwerk Folletto VC100

Aspirabriciole dal design elegante, caratterizzato da una batteria di lunga durata e un peso leggerissimo.

Il più venduto
Black & Decker Dustbuster DVJ325J-QW

Aspirabriciole pratico e resistente, buona aspirazione e di facile manutenzione. Con Black & Decker si va sempre sul sicuro!

70,00€ 104,90€ Vedi l'offerta

Guida all’acquisto del miglior Aspirabriciole

(aggiornata in Aprile, 2019)

I diverse tipi di Aspirabriciole presenti sul mercato

Scegliere il miglior Aspirabriciole del 2019 è facile grazie alla nostra Guida

1

Che cos’è un Aspirabriciole?

L’etimologia di questa parola deriva dalla fusione delle 2 parole aspirare e briciole. L’Aspirabriciole indica semplicemente un aspirapolvere piccolo e maneggevole che può essere dotato di batteria, quindi senza filo, oppure alimentato con il cavo elettrico; spesso viene chiamato Aspirabriciole da tavolo perché utile per rimuovere lo sporco comune in casa, come ad esempio le briciole sul tavolo, ma non solo, vedremo in seguito alcuni dei suoi utilizzi più diffusi, come quello da Auto.

Questo potente aspirapolvere portatile è stato introdotto per la prima volta nel mercato Statunitense nel 1979 dall’azienda Black & Decker con il modello DustBuster.

2

Che cosa posso fare con un Aspirabriciole?

Questi leggeri aspirapolvere portatili, oltre che per la pulizia di briciole, polvere, peli e capelli, residui di cibo e ogni altro genere di sporco, sono utili soprattutto per aspirare piccole quantità di liquido. Ad esempio, può capitare di dover pulire un tavolo dove abbiamo versato il latte o lasciato le briciole dei biscotti dopo la colazione.

Attenzione: non tutti gli Aspirabriciole sono in grado di raccogliere i liquidi, quest’ultimi modelli infatti supportano la tecnologia Wet and Dry.

Aspirare i peli degli animali con un Apsirabriciole

Se avete in casa un gatto o un cane,  un Aspirabriciole vi può essere molto utile.

2.1 – Dove possiamo utilizzarlo?

  • In Cucina: per mantenere in ordine la vostra tavola e i piani di lavoro.
  • In Salotto: per la pulizia del divano, i cuscini e i tappeti.
  • Per pulire le Scale: l’aspirabriciole è l’ideale perchè piccolo e maneggevole, aiuta ad aspirare lo sporco, soprattutto negli angoli più difficili.
  • Per pulire la Lettiera del gatto, del coniglio o del cane, oltre che per raccogliere i peli dei più comuni animali domestici.
  • In Bagno: dove è perfetto per raccogliere i capelli.
  • Per la Pattumiera: sappiamo quanto sia complicato rimuovere lo sporco depositato sul fondo.

2.2 – Posso usarlo anche per pulire l’auto?

Come veniva pulita l'auto nel passato

Già agli inizi del ‘900 venivano utilizzati gli Aspirapolvere portatili per pulire le auto.

Certamente, anzi uno dei migliori utilizzi che possiamo fare di questo aspirapolvere portatile è senza dubbio la pulizia dell’auto. Con l’Aspirabriciole possiamo comodamente pulire gli interni della macchina, tappezzeria compresa.

Non esistono modelli specifici di Aspirabriciole per auto, ma esistono accessori che vi semplificheranno il lavoro, come il cavo che termina con lo spinotto da inserire nella presa accendisigari; questo accorgimento vi permette di pulire la vostra macchina ovunque, in mobilità e senza problemi di autonomia, basta mettere in moto l’auto da fermo.

3

Perché dovresti acquistare un Aspirabriciole?

Gli utilizzi di questo elettrodomestico sono molteplici e possono aiutarci nella vita di tutti i giorni a risparmiare tempo. Quante volte vi sarà capitato di dover rimuovere dello sporco nella vostra casa, ad esempio le briciole su un tavolo, la polvere sul tappeto, dell’acqua rovesciata sul pavimento, all’apparenza tutte operazioni di pulizia quotidiana che dovrebbero essere semplici da eseguire, ma molto spesso non sono veloci.

Se non abbiamo a disposizione un aspirapolvere piccolo e maneggevole per poter rimuovere in pochi minuti lo sporco, quello che dobbiamo comunemente fare è prendere il vecchio aspirapolvere, ad esempio per pulire il tappeto, usare uno straccio o il mocio per asciugare l’acqua o un raccogli briciole manuale per togliere i residui di cibo dal tavolo. Mettete insieme tutte queste operazioni all’apparenza semplici e provate a misurare il tempo che perdete ogni volta nelle piccole pulizie quotidiane.

L’Aspirabriciole non pensatelo solo come un accessorio, anche perché una volta acquistato non ne potrete più fare a meno.

L’utilizzo quotidiano dell’Aspirabriciole per le vostre pulizie ordinarie, vi farà risparmiare mediamente 35 minuti a settimana.
Tempo GuadagnatoTempo Guadagnato

 

4

Cosa devi conoscere prima di acquistare un Aspirabriciole?

Prima di comprare un Aspirabriciole vi consigliamo di dare un occhiata a questa guida per capirne il valore e studiarne le caratteristiche principali. Prendiamo in esame gli elementi fondamentali che determinano un buon Aspirabriciole:

4.1 – Alimentazione

Le caratteristiche dell’alimentazione ci permettono di distinguere principalmente 2 modelli di Aspirabriciole:

4.1.1 – Modelli con filo da collegare alla rete elettrica.
aspirabriciole con cavo

generalmente gli Aspirabriciole con cavo hanno in dotazione la presa accendisigari per auto

PRO:

  • Generalmente hanno una potenza maggiore
  • Possono essere utilizzati per tempi più lunghi
  • Sono più leggeri perché non hanno la batteria

CONTRO:

  • Possono essere utilizzati solo in presenza di prese elettriche

4.1.2 – Modelli a batteria ricaricabili senza filo.
Black & Decker DVJ325J

Gli Aspirabriciole senza cavo sono la tipologia più richiesta sul mercato

PRO:

  • Raggio d’azione illimitato

CONTRO:

  • Autonomia limitata, in base al tipo di batteria supportato
  • Tempo di ricarica può essere lungo

4.1.2.1 – Quali tipi di batteria sono disponibili?
  • Batterie agli ioni di litio (Li-Ion): 
    Hanno capacità maggiore e sono più leggere rispetto alla media delle batterie, inoltre possono essere ricaricate quando si vuole, senza doverle scaricare completamente.
  • Batterie al nichel-metallo idruro (Ni-MH): hanno il difetto di dover essere scaricate completamente prima di essere ricaricate, questo per evitare il noto effetto memoria. Senza contare che il tempo di ricarica è piuttosto lungo e dopo tante ricariche l’autonomia tende a ridursi.
  • Batterie al nichel-cadmio (Ni-Cd): 
    Sono le più vecchie e pesanti, hanno una capacità minore rispetto alle prime 2 e hanno il solo vantaggio di essere le più economiche nel mercato.
4.1.2.2 – Qual’è l’autonomia media per un Aspirabriciole a batteria?
  • 10 minuti Aspirabriciole economici
  • 15 minuti Aspirabriciole di fascia media
  • 20 minuti: Aspirabriciole professionali
4.1.2.3 – Qual’è il tempo di ricarica medio per un Aspirabriciole a batteria?

I tempi di ricarica sono variabili e dipendono come abbiamo visto in precedenza dal tipo di batteria. Solitamente le batterie al litio impiegano a ricaricarsi tra le 4 e le 8 ore, mentre le batterie al nichel-metallo idruro e quelle al nichel-cadmio possono arrivare addirittura fino alle 15 ore.

4.1.2.4 – Le basi di ricarica
Aspirabriciole con base di ricarica a muro

Le basi di ricarica che si appendono al muro  sono un comodo salva spazio

La base per ricaricare l’Aspirabriciole è un aspetto importante se consideriamo la praticità. Infatti per salvare spazio è consigliabile scegliere una base di ricarica verticale, che può essere facilmente appesa ad un muro.

Le basi più comuni sono invece quelle orizzontali che hanno lo svantaggio di occupare più spazio.

4.2 – Aspirazione

L’Aspirabriciole ideale ha sicuramente un’alta capacità di aspirazione, una caratteristica che dipende da una serie di elementi.

4.2.1 – Maggiore potenza significa maggiore aspirazione?

La maggior parte delle persone, compresi i portali di recensioni e i venditori, credono che la capacità aspirante equivale alla potenza elettrica espressa in Watt (corrispondente alla potenza di ingresso).

I Watt sono la quantità di energia consumata e non hanno alcuna relazione con l’aspirazione.

A parità di potenza elettrica, 2 Aspirabriciole non hanno mai la medesima capacità aspirante. Se volete usare più elettricità e pagare tanto in bolletta, allora acquistate un aspirapolvere di potenza superiore!

Negli ultimi anni è stata introdotta una nuova ed efficace unità di misura chiamata Air Watt. Grazie ad essa possiamo valutare le prestazioni di un Aspirapolvere portatile prendendo in considerazione la potenza di uscita anziché la potenza di ingresso.
Questo parametro non è una misura fisica, ma una combinazione di altre due misure fondamentali per stabilire le prestazioni di un Aspirabriciole:

  • il Vacuum Suction, è la capacità di aspirazione espressa come pressione in unità di pollici d’acqua.
  • l’Airflow,  si riferisce al movimento dell’aria attraverso l’aspiratore e si misura in piedi cubi al minuto (CFM).
Air Watts = 0.117254 * Airflow (CFM) * Vacuum Suction (pollici d’acqua)

Se siete seriamente intenzionati a valutare le prestazioni di un aspirapolvere, non guardate la potenza come spesso viene consigliato erroneamente dai portali di recensione o dai venditori, ma i dati relativi all’aspirazione (Air Watts) che vi riportiamo nelle schede degli Aspirabriciole da noi recensiti (siamo costretti ad ometterlo solo quando il produttore non lo specifica).

È inoltre necessario tenere presente che la tecnologia dei motori degli aspirapolvere portatili è notevolmente migliorata negli ultimi anni. Ad oggi i motori lavorano più velocemente e utilizzano la tecnologia dei ventilatori conici, si ottengono così migliori prestazioni senza aumentare il consumo energetico. Ciò significa che possiamo ottenere prestazioni migliori con un basso consumo di potenza o di energia.

aspirare i tappeti è facile e veloce con un aspirabriciole

L’Aspirabriciole dotato di velocità regolabile è perfetto per pulire i tappeti.

Il nostro consiglio è quello di acquistare un modello a potenza variabile, cioè che permette di scegliere almeno 2 livelli di velocità. Funzione molto utile quando dobbiamo diminuire la potenza mentre aspiriamo lo sporco da un tappeto (evitando il rischio che si blocchi) o se dobbiamo aumentarla quando puliamo una superficie piana.
4.2.1.1 – Esistono Aspirabriciole potenti e silenziosi?

Gli Aspirabriciole potenti e silenziosi non sono una leggenda, esistono eccome. Nonostante la potenza non vada di pari passo con la silenziosità dei motori, attualmente sul mercato possiamo trovare dei modelli di Aspirabriciole piuttosto silenziosi.

Ciò che determina la rumorosità non è solo la potenza ma anche i materiali e la tecnologia di aspirazione che l’elettrodomestico adotta.  Molti marchi espongono tra le caratteristiche degli Aspirabriciole il valore di rumorosità che viene espresso in Decibel.

Noi suggeriamo per chi vuole acquistare un Aspirapolvere portatile e silenzioso di scegliere modelli che non superino il valore di 85 Decibel.
4.2.2 – Aspirabriciole ciclonico? Ecco spiegato cos’è e come funziona
schema che illustra il funzionamento della tecnologia ciclonica per un Aspirabriciole

Uno schema che mostra come lavora la tecnologia ciclonica nei più comuni Aspirapolveri

La tecnologia ciclonica è una della principali caratteristiche che un Aspirapolvere portatile dovrebbe avere.
Di che cosa si tratta? E’ un meccanismo che permette di creare un vortice d’aria per mezzo di un’elica all’interno del contenitore; grazie alla forza centrifuga prodotta, l’aria se ne esce e viene così separata dallo sporco aspirato, il quale finisce nell’apposita cassetta. Questa operazione possiamo considerarla una sorta di prefiltraggio che verrà poi comunque completato dai filtri in dotazione.

4.2.3 – La tecnologia Wet & Dry

Gli Aspirabriciole e gli Aspirapolveri che adottano la tecnologia Wet & Dry sono dei modelli che possono essere utilizzati per la pulizia dei liquidi. Sono generalmente progettati per essere utilizzati sia all’interno che all’esterno e per accogliere sia i detriti umidi che asciutti; alcuni sono anche dotati di una bocca di scarico o di un soffiante staccabile per invertire il flusso d’aria, una funzione utile per pulire un tubo ostruito o per soffiare la polvere in un angolo per una facile raccolta.

4.2.4 – Il sistema di filtraggio
filtro hepa per modello di aspirabriciole

Alcuni modelli di Aspirabriciole montano già dei filtri HEPA ad alta efficienza

I filtri sono uno dei componenti più importanti nel processo di aspirazione perché proteggono il motore dalle infiltrazioni di polvere e aiutano a purificare l’aria. Gli Aspirabriciole sul mercato montano diversi tipi di filtri, spesso lavabili, il ché semplifica di molto la manutenzione.

I migliori modelli hanno 2 filtri, uno ha la funzione di trattenere le particelle più sottili mentre il secondo quelle più grandi.

4.2.4.1 – Che cos’è il filtro Hepa e perchè lo consigliamo?

HEPA è l’acronimo di High efficiency particulate air e identifica una tipologia di filtro ad alte prestazioni. Per essere classificato come HEPA secondo gli standard industriali, un filtro dell’aria deve rimuovere il 99,97% delle particelle che hanno una dimensione superiore a 0,3 µm.

Questo tipo di filtro è indicato soprattutto per coloro che hanno problemi respiratori. La manutenzione è semplice, i nuovi modelli di filtro HEPA possono essere facilmente lavati. Il nostro consiglio è quello di cambiarli ogni 2 anni.

4.3 – Struttura

Che cosa dobbiamo analizzare della struttura di un Aspirabriciole quando ci troviamo a scegliere tra diversi modelli? Ovvio la comodità e la praticità d’utilizzo! Diamo un occhiata agli elementi più importanti da valutare:

  • Il peso: sconsigliamo i modelli con un peso superiore all’1,5 kg. Sul mercato si possono trovare anche modelli leggerissimi intorno ai 600 g. Un peso medio per un buon Aspirabriciole si aggira intorno al chilogrammo.
  • La capacità del serbatoio: consigliamo di acquistare Aspirabriciole con contenitori di capienza compresa tra i 400ml e gli 800ml. I più capienti possono arrivare fino a un litro ma ovviamente anche le dimensioni aumenterebbero. Da non trascurare anche i modelli con contenitore lavabile in acqua, soprattutto per tenere lontani possibili cattivi odori.
  • L’impugnatura: ergonomica o antiscivolo, la maggior parte dei modelli in commercio possiede queste caratteristiche.
  • Materiale in plastica trasparente: un Aspirabriciole realizzato in questo materiale dà la possibilità di monitorare il livello di riempimento del serbatoio.
  • Pulsante di sganciamento: molto utile per agevolare l’operazione di svuotamento.

4.4 – Accessori

I diversi tipi di accessori per gli aspirabriciole

I diversi tipi di bocchette disponibili per i più comuni Aspirabriciole

Sul mercato troviamo Aspirabriciole che normalmente hanno in dotazione questi accessori:

  • Bocchetta a lancia: molto simile a quella telescopica, spesso nelle confezioni viene inserita a discapito di quest’ultima, la principale differenza tra le 2 è che la bocchetta a lancia ha il braccio rigido che non può essere allungato. È consigliata per pulire le fessure e gli angoli che non riusciamo normalmente a raggiungere
  • Bocchetta telescopica: sorella della bocchetta a lancia ma con un beccuccio allungabile che permette una maggiore precisione e più praticità. Consigliata anche questa per angoli e fessure.
  • Bocchetta a spazzola: solitamente è la bocchetta in dotazione degli Aspirabriciole comuni, ideale per pulire i tessuti dalla polvere o dai peli di animali. Alcuni modelli hanno le setole più lunghe che coprono una superficie maggiore.
Non importa che tipo di motore stia funzionando nell’aspirapolvere, se l’utensile per pavimenti è di scarsa qualità, le prestazioni complessive dell’aspirapolvere saranno scarse.
5

Quale prezzo pagare per un buon Aspirabriciole?

Non esiste un prezzo giusto, dipende dal budget a disposizione e dalla qualità che vogliamo acquistare. Possiamo riassumere così:

  • Fascia bassa: dai 15 € ai 45 €
  • Fascia media: dai 45 € agli 95 
  • Fascia alta: dagli 95 € ai 150 €
6

Quale Aspirabriciole comprare?

In questa guida abbiamo passato in rassegna tutti gli elementi utili a capire e valutare l’acquisto di un Aspirabriciole. La redazione di Nnhotempo.it ha selezionato per voi i migliori Aspirabriciole del 2019 divisi per categoria, facendovi così risparmiare la fatica di una lunga e difficile ricerca.

Il più venduto
Black & Decker Dustbuster DVJ325J-QW

Black & Decker Dustbuster DVJ325J-QW

L'Aspirabriciole più venduto del 2019 è in offerta sul nostro sito partner Amazon: Le nostre opinioni sull'Aspirabriciole Black & Decker Dustbuster DVJ325J-QW. Design: Voto 8 La struttura è molto robusta e dal design essenziale. La mancanza di una base di ricarica che può essere appoggiata a terra o montata a ...

70,00€ 104,90€ Vedi l'offerta
qualità prezzo
Vorwerk Folletto VC100

Vorwerk Folletto VC100

Il miglior Aspirabriciole senza filo per eleganza e praticità del 2019 è in offerta sul nostro sito partner Amazon: Le nostre opinioni sull'Aspirabriciole Folletto VC100. Design: Voto 10 La struttura cilindrica e le dimensioni contenute fanno del Vorwerk Folletto VC100 un Aspirabriciole dall'aspetto moderno ed ...

indice
Logo