La pacciamatura dei robot tagliaerba

I robot tosaerba non raccolgono l’erba tagliata dal prato.

erba tagliata funziona come fertilizzante

L’erba tagliata funge da fertilizzante naturale, aiutando il prato a resistere alle malattie, agli insetti e alla siccità, senza dover così ricorrere a pesticidi e altre sostanze chimiche.

Questa attività oltre che inutile, sarebbe tecnicamente molto impegnativa, a causa della necessità di smaltire i residui d’erba quando un eventuale raccoglitore viene riempito.

I tosaerba automatici invece preferiscono pacciamare l’erba tagliata, sminuzzandola in pezzi molto fini e depositandola direttamente sul prato.

Questa tecnica di taglio, che gli Anglosassoni chiamano mulching, è nata con lo scopo di ridurre le quantità di residui erbosi nelle discariche.

I ritagli d’erba sono costituiti per oltre l’80% di acqua, quindi il loro volume diminuisce rapidamente man mano che si asciugano. L’erba sminuzzata si degrada lentamente e le sostanze nutritive al suo interno vengono restituite al terreno. Tutto ciò fornisce una fonte di sostanze nutritive per l’erba che cresce, riducendo la necessità di fertilizzare il prato e portandolo ad avere un aspetto più verde e sano.


Scopri di più: la guida ai migliori robot tagliaerba del 2022

Lorenzo Moretti

Lorenzo Moretti

Lorenzo è un agronomo, nato da una famiglia di agricoltori da generazioni. È un paladino dell’agricoltura sostenibile attraverso l’osservazione e il rispetto dei principi della natura. Ama testare e scrivere recensioni di prodotti per il giardinaggio, mettendo in campo tutte le sue competenze.

Nnhotempo.it ⏱️
Logo