ghd

Ufficio e sede di ghd

1 – Storia e nascita di ghd

Ghd è l’azienda leader nel settore dell’hairstyle, fondata nel 2001 a Leeds da 3 imprenditori: Martin Penny, Gary Douglas e Robert Powls. Quest’ultima figura ha avuto un ruolo determinate nella nascita del brand; Powls, infatti, vantava una grande esperienza nel settore dell’hair style, avendo lavorato come stilista, direttore e proprietario di 3 saloni con oltre 100 dipendenti.

Dopo aver terminato la sua carriera, passò alla distribuzione di prodotti per capelli di diverse marche. In questi anni Robert era consapevole dell’esistenza di una grande lacuna che riguardava il mondo delle piastre per capelli.

Un giorno un suo amico gli suggerì di dare un’occhiata ad una nuova piastra che gli era stata inviata da un inventore sudcoreano. Tale strumento per la lisciatura dei capelli aveva qualcosa di diverso e rivoluzionario. Robert capì immediatamente che questo prodotto aveva delle potenzialità che avrebbero potuto colmare quella carenza di cui lui era a conoscenza.

Si rivolse a Gary Douglas e Martin Penny e insieme acquisirono i diritti di produzione e distribuzione della piastra coreana.

All’inizio le piastre ghd vennero distribuite nei saloni di tutto il Regno Unito. I parrucchieri rimasero subito impressionati dagli stili sorprendenti che potevano creare con queste nuove piastre.

L’unico apparente problema era il prezzo di vendita, vicino alle 100 sterline; al tempo sicuramente erano pochi quelli che avrebbero pagato una simile cifra. Ciononostante, gli estimatori iniziarono ad aumentare rapidamente, soprattutto grazie alle raccomandazioni degli acconciatori, che con la loro influenza seppero indirizzare le vendite e il passaparola.

Ciò che successo negli anni successivi è storia recente del marketing: le piastre ghd finirono ovunque, dalle mani di celebrità come Jennifer Aniston, Victoria Beckham, Cameron Diaz, Gwyneth Paltrow e Madonna, alle riviste patinate della moda.

Nei primi 2 anni le costose piastre ghd cominciarono ad esaurisci velocemente a causa della crescente domanda e all’inizio per ghd fu davvero difficile tenere il passo con la produzione. Il fatturato raddoppiava di anno in anno.

Fin dal 2003 ghd iniziò la sua espansione globale, penetrando mercati come Australia, Stati Uniti, Italia, Spagna, Germania e Francia.

Il 2004 ha visto il lancio della piastra color rosa, la prima edizione limitata di ghd, che ha permesso negli anni di raccogliere milioni di sterline da donare alla ricerca sul cancro al seno.

Attualmente ghd propone la sua edizione limitata Take Control Now per sostenere la Fondazione Umberto Veronesi e il suo progetto Pink is Good.

Nel luglio 2006, il gruppo Jemella, che possedeva il marchio ghd, viene acquistato da Lloyds Development Capital per 55 milioni di sterline. Solo 11 mesi più tardi ghd viene nuovamente venduta a Montagu Private Equity per 160 milioni di sterline.

Nel 2010 ghd apre il primo laboratorio a livello mondiale dedicato alla ricerca e allo sviluppo della manipolazione termica dei capelli.

Nel 2011 ghd lancia la sua Gold Styler, ad oggi la piastra più venduta del marchio. L’anno seguente l’azienda inglese entra nel mercato degli asciugacapelli con il debutto di ghd Air.

Nel febbraio 2013, Lion Capital, una società inglese di private equity, acquista ghd per circa 300 milioni di sterline. Nello stesso anno l’azienda arriva ad un fatturato di oltre 150 milioni di sterline, una cifra doppia rispetto al 2007. Tale risultato venne raggiunto grazie alla vendita di oltre 2 milioni di piastre in tutto il mondo.

Nel 2014 viene ampliata la gamma degli strumenti per lo styling, tramite l’aggiunta dell’arricciacapelli ghd Curve.

Nel 2015, ghd rilascia la sua piastra più tecnologica, vale a dire la Platinum Styler, che nel 2018 diventerà Platinum+.

Nel 2016 la multinazionale americana Coty finalizza l’acquisto di ghd per la cifra monstre di 420 milioni di sterline. Lo stesso gruppo nel 2020 venderà la maggioranza delle azioni ghd alla KKR.

2 – Le piastre elettriche ghd

La piastra per capelli è il primo prodotto ghd ad aver visto la luce, nonché il più emblematico tra gli strumenti di styling sviluppati dal brand inglese.

Ma cosa rende così speciali le piastre ghd e diverse dalla concorrenza?

Le ghd styler permettono di ottenere molto di più di una semplice lisciatura: capelli luminosi e strutturati, boccoli duraturi o onde da spiaggia, in pratica infinite possibilità con un solo strumento, per acconciature degne del miglior salone da parrucchiere.

Attualmente la linea di piastre ghd è composta da 6 modelli:

ghd Original IV
169,99
-12% ghd Gold
173,99 199,00
-7% ghd Mini
175,34 189,00
ghd Max
187,90
-27% Ghd Platinum+
210,00 289,00
-19% Ghd Unplugged
264,90 329,00
L'ultimo aggiornamento è stato fatto il: 01/03/2022 18:02
Oltre a queste 6 tipologie primarie, esistono numerose edizioni limitate che variano per colore ed accessori inclusi.

2.1 – Differenza tra ghd Gold e Platinum

Volete acquistare una delle migliori piastre per capelli del mercato scegliendo un modello tra ghd Gold o Platinum?

In questa tabella vi proponiamo il confronto tra la ghd Gold e la Platinum+, dove sono comparate non solo le caratteristiche tecniche, ma anche i punteggi da noi assegnati per ogni categoria.



Platinum+


Gold
Tempo di riscaldamento 20 s 25 s
Sistema di sensori ultra zone dual zone
Design a 2 braccia con curvatura singola

Analizzando le caratteristiche tecniche elencante in tabella, apparentemente non vi è alcuna differenza tra la ghd Platinum+ e la Gold.

In realtà, però, esaminando approfonditamente le 2 piastre, si può notare come il design della Platinum+ sia differente non solo per colore ma anche per struttura. Va evidenziata, infatti, la presenza del nuovo sistema a 2 braccia con curvatura singola, che è un evoluzione rispetto al meccanismo a 2 pezzi visto sulla Gold e sulle precedenti piastre della linea ghd. Nonostante questa differenza a livello di design ed innovazione, la maneggevolezza delle 2 piastre risulta equivalente.

A livello di funzionalità la ghd Platinum è superiore alla Gold, grazie alla sua speciale tecnologia predittiva che le permette di adattarsi ad ogni tipo di capello. Questa caratteristica è talmente avanzata, che riesce addirittura ad oscurare l’ottimo sistema dual zone della Gold, che con i suoi sensori assicura una temperatura sempre costante.

C’è da aggiungere inoltre che la Platinum+ si scalda in soli 20 secondi, contro i 25 della Gold.

Sebbene le prestazioni della Gold Styler abbiano strappato un ottimo punteggio di 9,5, la Platinum+ riesce addirittura a far meglio: i capelli si lisciano con una sola passata e la piega dura mediamente più a lungo. Anche durante l’arricciatura dei capelli la Platinum ha dimostrato di essere una piastra adatta allo scopo, migliorando le performance di un ottimo strumento come la Gold Styler.

Sebbene ai punti la Platinum+ Styler vinca sulla Gold, potreste essere ancora interessati a quest’ultima per il prezzo più basso (circa un 30% in meno).

2.2 – Differenza tra ghd Gold e Original IV

Ghd Original IV styler o Gold? Vediamo il confronto tra i 2 modelli più venduti della serie ghd:



Original IV


Gold
Peso 500 g 400 g
Tempo di riscaldamento 30 s 25 s
Sistema di sensori nessuno dual zone

A prima occhiata sembrerebbe che non via siano particolari differenze tra la Gold e l’Original IV, a parte il peso della piastra. Guardando più approfonditamente scopriamo però che la differenza di prezzo è giustificata da una diversa tecnologia impiegata.

La prima differenza che balza all’occhio è il colore delle placche: dorate quelle dalla Original IV e grigie quelle della Gold (a dispetto del nome). Entrambe sono in ceramica, tuttavia scaldano in maniera differente.

La Gold styler raggiunge la temperatura d’esercizio in 25 secondi (contro i 30 della Original). Quest’ultima è inoltre dotata di 2 speciali sensori che aiutano la piastra a mantenere la temperatura sempre costante.

A livello di maneggevolezza non si registrano grandi variazioni, mentre a livello di prestazioni la bilancia pende leggermente dalla parte della Gold, migliore soprattuto quando si devono creare boccoli e onde.

Viste le caratteristiche delle 2 piastre, potreste decidere di premiare il modello meno costoso, vale a dire la ghd Original IV, che seppur inferiore (di poco) alla Gold, continua ad esercitare il suo appeal verso i consumatori.

2.3 – Differenza tra ghd Original IV e Platinum

Siamo consapevoli che non è facile orientarsi nel vasto mondo delle piastre per capelli, per questo motivo abbiamo messo a confronto le 2 piastre simbolo che hanno rivoluzionato la gamma di strumenti per lo styling ghd.

Stiamo parlando della sfida tra ghd Original IV styler vs Platinum, che vi riportiamo in questa tabella, dove analizziamo le principali differenze:



Platinum+


Original IV
Tempo di riscaldamento 20 s 30 s
Peso 400 g 500 g
Sistema di sensori ultra zone nessuno
Rivestimento ultra-gloss
Design a 2 braccia con curvatura singola

La prima cosa che balza all’occhio quando si raffrontano questi 2 modelli è la differenza di prezzo (circa un 50%).

La costosa Platinum+ racchiude le ultime tecnologie e novità in termini di design.

Sebbene le piastre abbiano entrambe le lamelle in ceramica, la Platinum plus aggiunge un rivestimento di tipo ultra-gloss, che regala una maggiore brillantezza ai capelli.

Rispetto alla vecchia Original IV il sistema di chiusura della Platinum è stato perfezionato, grazie alla presenza dell’innovativo sistema a 2 braccia che garantisce una migliore aderenza delle placche. Nonostante questa nuova integrazione e un peso inferiore, la facilità d’utilizzo e la maneggevolezza delle 2 piastre è rimasta uguale.

A livello di funzionalità l’Original IV non può competere con la tecnologia predittiva della Platinum plus. Quest’ultima permette di riconoscere velocità di esecuzione e tipologia di capelli, per risultanti personalizzati e rasenti la perfezione.

La vera differenza la possiamo notare a livello di prestazioni: in queste caso la Platinum+ non ha rivali! La Original IV viene staccata nettamente: il tempo della messa in piega viene quasi dimezzato, mentre la durata dell’acconciatura viene addirittura raddoppiata. Anche il tempo di riscaldamento è decisamente a favore della Platinum+ (20 secondi contro 30).

I capelli piastrati con la Platinum+ risultano più brillanti e voluminosi; anche i boccoli ottenuti con questa piastra appaiono più elastici e naturali rispetto a quelli che si otterrebbero con la Original styler.

È indubbio quindi che nel confronto la Platinum+ esca vincitrice, anche se l’Original IV non parte del tutto sconfitta visto e considerato che il suo appeal rimane elevato per via del suo prezzo decisamente inferiore.

Recensioni dei migliori prodotti ghd:

Categorie
  • Tutte
  • Favorite
  • Popular
  • Most rated
  • Expired
sotto i 150€
ghd Original IV styler
133.53 
21%
la più intelligente
ghd Platinum+ Styler
219.90 
24%
sotto i 200€
ghd Gold styler piastra
179.90 
10%
Carica altri
Nnhotempo.it ⏱️
Logo