Come funziona il monopattino elettrico?

Il monopattino elettrico può sembrare un dispositivo sofisticato e molto complicato, ma in realtà non lo è.

Come funziona il monopattino elettrico?Ogni monopattino elettrico è costituito da una centralina elettrica che non è altro che il cervello che comunica agli altri elementi esattamente cosa fare. Raccoglie informazioni dalla batteria, dal motore, dall’acceleratore e dai freni elettrici (se disponibili); poi accede alle informazioni raccolte e le invia ad ogni componente.

Il monopattino elettrico funziona con batterie ricaricabili che offrono una carica sufficiente per viaggiare tra i 50 e i 100 km; dati ogni anno in aumento grazie al miglioramento costante della qualità delle batterie.

Il motore del monopattino elettrico è solitamente integrato nel mozzo della ruota e, a seconda del modello, può trovarsi sull’anteriore o sul posteriore.

La velocità è limitata: difficilmente i monopattini elettrici infatti superano i 25 – 30 km/h.

Quando guidiamo un monopattino elettrico abbiamo generalmente 2 opzioni per frenare:

  • Il freno manuale dove si usa il tallone per schiacciare il copriruota posteriore in modo da creare attrito con la ruota;
  • La leva del freno che può essere collegata ad un classico sistema di frenatura a disco, quindi montato sulla ruota anteriore o posteriore, oppure associata ad un sistema di frenatura elettrica incorporata nel motore;
Va ricordato che ci sono molti modelli diversi di monopattini elettrici, disponibili oggi sul mercato; questi possono avere delle piccole differenze quando si tratta di analizzarne il funzionamento.


Scopri di più: la guida ai migliori monopattini elettrici 2022

Marcello Brunaldi

Marcello Brunaldi

Marcello è un Web Editor, autore del portale Nnhotempo.it. Si occupa di recensioni online, guide all’acquisto e test di prodotti. In passato ha svolto il ruolo di formatore e consulente in comunicazione e marketing digitale.

Nnhotempo.it ⏱️
Logo